.
Annunci online

mioblog
appunti, e pensieri...appassionati!!!


Diario


4 settembre 2015

I'm back

ebbene si di nuovo sul blog a scrivere....
chissà perchè mi ci ritrovo sempre ognivolta che sto male o ho un problema da risolvere il chè capita piuttosto spesso di questi tempi, o meglio il problema è sermpre lo stesso!

Di ritorno da lunga vacanza avevo dimenticato di cosa volesse dire stare male stando da sola coi propri pensieri in una città affatto ospitale e in cui non si può respirare (in tutti i sensi).
E la nostalgia sale sempre di più.

Inutile dire che il dubbio amletico rimane:
vivere in una città che ti fa schifo ma che ti da tutto o quello di "materiale" di cui hai bisogno (lavoro, casa, instruzione, cibi "particolari") o meglio vivere in un città che ti da molto meno (ma sta crescendo a vista d'occhio) ma che ti dà affetto e che comunque ti fa "stare bene" solo se ci stai?
Mia mamma sostiene che se tornassi a vivere a S. Benedetto dovendo lavorare e tutto il resto non mi ci troverei così bene come quando ci vado ogni tanto.
Dissento!
Lì la qualità di vita è nettamente superiore: si vive meglio!
C'è il mare! si bè il mare, però dicono che se ci abiti stabilmente il mare te lo dimentichi e non ci vai quasi mai (tipo mio fratello che ad agosto era ancora bianco latte!) perchè pensi "tanto ci posso andare tutti i giorni, ci vado domani!".
Io non credo che farei così e ci andrei ogni volta che posso! Mi fa stare bene solo guardare l'orizzonte del mare che si confonde col cielo..... ed i vari colori del cielo!
Sto troppo male in una città in cui le cose belle al massimo sono: i parchi (per carità belli sì, ma non quando puzzando di fogna come il Parco Lambro!), i negozi in cui puoi trovare tutto o quasi; i corsi da quello di ballo strano a quello di cucina o che sò io! il lavoro che ti da i soldi per campare...
Altre cose belle di Milano:
gli amici, per chi ne ha pochi o tanti non importa, il problema è sempre quello di incontrarsi che non c'è mai tempo.
Insomma sono proprio stufa di questa città che, per me che vengo da un posto mare,  faticosissima da vivere e da accettare!

sfoglia     marzo       
 
 




blog letto 282681 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
università
hobby
vita sociale, svaghi
altre cose
lavoro
Film
Miei Disegni, Pitture, Foto
taiji
VIAGGIO IN CINA
katori
sanbenedetto

VAI A VEDERE

appunti sulla teoria del caos
teoria matematica sul concetto libertà
...e del libero arbitrio...
john lennon
LAURA m.
la location e guida al film di Mel Gibson di The Passion
Pascale Sakr,music from The Passion: musica bella!sentire per credere!

FAVOLE PER LA NINNA NANNA
paperaino
haldir
Mostro Joe: giornalista
Daniele, chitarrista
GRUPPO DI DISCUSSIONE DI CINEMA
il corso che vorrei fare (quando avrò tempo)
biblioteca dei classicic italiani
opinioni sui film dalla A alla Z
kill bill
KILL BILL2
altro link per kill bill
trailer kill bill 1 in flah

CINEMA ANIMAZIONE(inglese)

Mario Addis: animatore cinematografico
HARUKI MURAKAMI (sito italiano)
SHINYA TSUKAMOTO
quentin tarantino
FRAMMENTI D'ORIENTE
DUALISMO YIN YANG
35mm
blog di Begge Grillo
The Beatles ultimate experience
cartina Giappone
MOVIMENTO E PERCEZIONE
Il Blog Peloso
ANTI-VIRUS ONLINE
SEGRETERIA SPETTACOLO
trailer animation 3D
wing chun
SUN TSU: THE ART OF THE WAR(inglese)
ERIADAN
karate
IL CODICE DEL SAMURAI(HAGAKURE)
TAKESHI KITANO
KATORI SHINTO
THESIMPSON
ANIME CLICK

FORUM DI STUDI ORIENTALI(ROMA)
Valeria's blog
Pechino,città proibita
Vita a Pechino
IL CUORE DI SBT
spaziozero
dormiente
visionidiblimunda
Forum:Un italiano a Tokyo
persbaglio
Vicky
dituttosututto
blog arigato
Caravaggio
Mp3
Angelis








"Il cuore ha ragioni che la ragione non può comprendere"
(Pascal)




Lakmè


Yoshio Sugino sensei con l'attore
Toshiro Mifune.
Il Maestro Sugino collaborò con Akira Kurosawa
e Toshiro Mifune nella realizzazione del film
"Miyamoto Musashi" del 1956.



Poesia dello Yin/Yang

Chen Ch'ang Ching

 (1771-1858)

Completamente

Yin senza Yang

è debole.

Completamente Yang senza Yin è rigido.
Uno Yin con nove Yang è un bastone.
Due Yin con otto Yang è sporadico, sparpagliato.
Tre Yin con sette Yang è denso.
Quattro Yin con sei Yang è buono.
Cinque Yin con cinque Yang è detto “Le Mani Misteriose”.
“Le Mani Misteriose” sono un'azione sola.
Taiji dopo l'azione si completa e ritorna al nulla
.







"Nulla può farti male
a meno che tu non gli dia
il potere di farlo"

canto V - Dante,
Amor, c'ha nullo amato
amar perdona, mi prese
del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor
non m'abbandona.






Shanghai traffic





ALBUM FOTOGRAFICO









IL MIO VIAGGIO IN CINA


http://www.webalice.it/febaioc/index.html

















Lo spirito può andare molto lontano ma non andrà mai lontano come il cuore.
Confucio




















http://www.nhk.or.jp/rj/index_e.html 

www.radio101.it
 
 


  
Il sesso è qualcosa di estremamente delicato, non è come andare ai grandi magazzini la domenica per comprare un thermos. (da Murakami  "La fine del mondo e il paese delle meraviglie").

    FRASI DAI LIBRI: LA FINE DEL MONDO E IL PAESE DELLE MERAVIGLIE(Murakami)
 
  
 

 

 
 
  
 
libri letti
<>di HARUKI MURAKAMI :
"tokyo blues norwegian wood"
  
 "dance dance dance"  
"A sud del confine a ovest del sole"
leggerò "La fine del mondo e il paese delle meraviglie" ed. Baldini e Castoldi
 
 


DA TOKYO BLUES, NORWEGIAN WOOD

- "Forse per il fatto che ho aspettato tanto a lungo, io cerco qualcosa di assolutamente perfetto. Perciò non è facile".
- "Un amore perfetto?"
- "No, nemmeno io aspiro a tanto. Mi basterebbe poter fare i capricci. Questa perfetta libertà".

||----------------------------||

- La morte non è l'opposto della vita, ma sua parte integrante.-
 
  
 
DA DANCE DANCE DANCE

Da me ci sono due porte, una per entrare e una per uscire. Rigorosamente divise. Dalla porta d'ingresso non si può uscire, e da quella di uscita non si può entrare. Tutti seguono questa regola. Possono variare le modalità, ma tutti finiscono per andare via. C'è chi è andato via per sperimentare nuove possibilità, chi per risparmiare tempo. Qualcuno è morto. Fatto sta che non è rimasto nessuno. Tranne me, unico superstite. La loro assenza è sempre con me. Le loro parole, i loro respiri, i motivi canticchiati a bassa voce, aleggiano come polvere negli angoli di casa mia. 


  

||-----------------------------||

- "ma cosa devo fare allora?"

-"danzare" rispose "continuare a danzare, finchè ci sarà musica. Capisci quello che ti sto dicendo? devi danzare. Danzare senza mai fermarti. Non devi chiederti perchè. Non devi pensare a cosa significa. Il significato non importa, non c'entra. Se ti metti a pensare a queste cose, i tuoi piedi si bloccheranno. E una volta che saranno bloccati, io non potrò più fare niente per te. Tutti i tuoi collegamenti si interromperanno. Finiranno per sempre. E tu potrai vivere solo in questo mondo. Ne sarai progressivamente risucchiato. Perciò i tuoi piedi non dovranno mai fermarsi. Anche se quello che fai può sembrarti stupido, non pensarci. Un passo dopo l'altro, continua a danzare. E tutto ciò che era irrigidito e bloccato piano piano comincerà a sciogliersi. Per certe cose non è ancora troppo tardi. I mezzi che hai, usali tutti. Fai del tuo meglio. Non devi avere paura di nulla. Adesso sei stanco. Stanco e spaventato. Capita a tutti. Ti sembra sbagliato. Per questo i tuoi piedi si bloccano"

Alzai gli occhi e guardai la sua ombra sul muro.

- "danzare è la tua unica possibilità" continuò "devi danzare, e danzare bene. tanto bene da lasciare tutti a bocca aperta. Se lo fai, forse anch'io potrò darti una mano. Finchè c'è musica, devi danzare!"

||----------------------------|| 

-"abbiamo 34 anni. E' temo anche per noi di crescere, che ci piaccia o no." dissi

-"non c'è dubbio. sono perfettamente d'accordo. però come siamo strani! si invecchia in un attimo. Un tempo credevo che si invecchiasse un po' per volta, anno dopo anno" disse Gotanda, fissandomi intensamente "Invece no. Accade di colpo".

 
   
 
 
  

Hauru no ugoku shiro

(Howl's Moving Castle)

Origine

Giappone 2004

Sceneggiatura e regia

Hayao Miyazaki

Soggetto

dal romanzo di

Diana Wynne Jones

Musica

Joe Hisaishi

 Produzione

Studio Ghibli










 
 
 


CERCA