.
Annunci online

mioblog
appunti, e pensieri...appassionati!!!


taiji


30 agosto 2007

il drago che nuota

ll concetto di salute nella medicina cinese è strettamente legato a quello d’energia vitale, o Qi. Questa può manifestarsi sotto due forme:

1. Qi Yang, calda e attiva;

2. Qi Yin, fredda e ricettiva.

Solo quando queste due forme sono in equilibrio e quando si ha un regolare flusso di energia, il nostro organismo può essere detto sano. Ogni organo ha un proprio Qi che fluisce attraverso uno specifico "Canale" detto "Meridiano". Solo quando tale flusso non viene ostruito o compromesso abbiamo un regolare funzionamento dell’organo stesso; in caso contrario sarà necessario agire sui punti di agopuntura che si trovano lungo i meridiani. Questo è possibile farlo tramite l’agopuntura o l’ignipuntura, la digitopressione, il massaggio (si vedano i capitoli dedicati a queste tecniche) e tramite una vastissima gamma di esercizi cinesi detti Qi Gong, i quali incrementano la produzione di energia vitale e ne favoriscono la circolazione in tutto il corpo. Non solo: la pratica del Qi Gong consente di "accumulare" energia in tre meridiani supplementari, localizzati nel centro della testa, del torace e dell’addome, da cui potrà essere attinta in caso di necessità.

Il Qi Gong può essere quindi definito come l’arte cinese di rafforzare la salute, ritardare l’invecchiamento e prolungare la vita. I medici cinesi stessi praticano quest’arte per meglio potere agire sui loro pazienti, trasmettendo energia positiva. Attraverso il Qi Gong noi agiamo sul Qi interno e "draghiamo" i canali di scorrimento dell’energia vitale, utilizzando unicamente la nostra forza individuale, senza apporti esterni, come avviene invece con l’agopuntura o il massaggio. Quando l’energia interna scorre senza intoppo e abbondante, l’organismo ha la forza di combattere e difendersi dalle malattie. Il Qi Gong è quindi una forma sia di prevenzione sia di terapia.



                                        
                                                                                  

                                                                     FIG. 1                                FIG. 2



Il Drago che nuota

Si tratta di un esercizio dinamico-statico, che prevede l’alternarsi di posizioni legate tra loro in sequenza da movimenti molto lenti e armonici. Oltre a rilassare l’intero organismo, questa serie di movimenti è finalizzata ad aumentare la produzione di Qi e ad "accumularlo" in un apposito "contenitore" detto Dan-Dian inferiore, posto al centro del ventre, poco sotto l’ombelico.

Nel corso dell’esercizio dovrete inspirare dal naso ed espirare dalla bocca. La respirazione deve essere addominale. Inoltre, durante tutto il corso dell’esercizio, dovete scaricare il vostro peso sulla pianta dei piedi, in modo che sia equamente distribuito sui due punti dei reni (detti Yongquan) che si trovano al centro dei piedi, nella regione morbida, appena sotto il metatarso (fig. 1). La spina dorsale dovrà, invece, essere stirata e distesa come se fosse appesa a due opposti capi: gli Yongquan, al centro dei piedi, e il Baihui, al centro del capo (fig. 2).



                          

                fig. 3            fig. 4           fig. 5                                      fig. 6





Prima fase

Partite dalla posizione eretta. Le braccia devono essere distese lungo i fianchi; le palme delle mani rivolte verso il corpo e le dita unite. I piedi devono essere paralleli e uniti; il viso disteso e sereno, leggermente piegato in avanti. Immaginatevi "appesi" al Baihui, come se il vostro capo fosse leggerissimo, separato dal resto del corpo e galleggiante nell’aria, retto solo dal filo invisibile che parte dal centro del capo.

Già a partire dalla posizione iniziale dovete espellere ogni tensione dall’organismo insieme all’aria che respirare. Concentratevi su tutte le parti del corpo, dalla testa fino ai piedi, rilassandole una dopo l’altra. Pensate a qualcosa che vi dia serenità. Durante tutta la prima fase dovete inspirare.

1. Unite le mani, palma contro palma, all’altezza dell’addome, con le dita rivolte verso il basso (fig. 3).

2. Inspirando, ruotate le mani verso l’alto e portatele fino al petto. I pollici devono toccare il busto.

3. Portate le mani fino al mento (fig. 4).

4. Spostate le mani verso sinistra e con esse il capo e il busto, avvicinando la guancia sinistra al dorso della mano destra, senza però toccarlo.

5. Le mani continuano il loro cammino verso sinistra fino a giungere alla massima distensione delle braccia (fig. 5).

6. Le mani ritornano verso il centro descrivendo un semicerchio attorno alla testa che ruota anch’essa in avanti, con il viso rivolto verso il basso. le anche seguono il movimento verso destra e il bacino retrocede leggermente. Questa tappa dell’esercizio prevede che vi troviate leggermente inclinati in avanti, con le mani congiunte e allineate al Baihui (fig. 6).

Fig. 7 Fig. 8 Fig. 9 Fig. 10 Fig. 11 Fig. 12

Seconda fase

1. Espirando, iniziate a portare in avanti le spalle; le braccia e la testa vanno verso destra, mentre il bacino ruota verso sinistra per controbilanciare il movimento (fig. 7).

2. Indirizzate le punte delle dita verso sinistra, sotto al mento rivolto anch’esso verso sinistra. L’avambraccio è parallelo al suolo (fig. 8).

3. Continuate il movimento verso sinistra flettendo leggermente le ginocchia e spostando il bacino verso destra. la testa segue il movimento verso destra mentre le mani sono a sinistra, rivolte in avanti (fig. 9).

4. Le mani, con la palma sinistra premuta sulla destra, si spostano in avanti fino a giungere all’altezza del plesso solare. Le dita sono rivolte verso il basso (fig. 10).

5. Le mani si dirigono sempre verso destra con un movimento circolare, mentre il bacino e la testa si spostano verso sinistra. Le ginocchia sono leggermente flesse e il dorso della mano sinistra è rivolto verso il basso (fig. 11).

6. Flettendo ulteriormente le gambe, fino ad accoccolarvi, descrivete con le mani un semicerchio discendente verso il pube e rivolgete la testa in avanti (fig. 12).

Fig. 13 Fig. 14

Terza fase

Terminata la seconda fase, potete passare dall’espirazione all’inspirazione. Quest’ultima durerà per tutto il tempo della "risalita", così come l’espirazione è durata per tutto il tempo del movimento di discesa. Si tratta in pratica di ripercorrere le stesse posizioni precedenti ma in senso inverso, dal basso verso l’alto.

1. Inspirando, le mani iniziano a risalire, spostandosi verso sinistra, mentre il bacino e la testa ruotano a destra. Man mano che le mani si avvicinano al plesso solare, le ginocchia si distendono e la colonna vertebrale viene a disegnare una sorta di "S" .

2. Risalite con le mani verso destra, mentre bacino e testa ruotano verso sinistra. Giunte all’altezza delle spalle le mani si dirigono verso sinistra e l’avambraccio si pone parallelo al suolo. Siete ritornati alla posizione della fig. 8.

3. La testa ruota in avanti e il mento viene a trovarsi sopra il dorso della mano destra (fig. 13).

4. Iniziate ora il movimento delle mani verso l’alto a sinistra. Il bacino si sposta a destra e poi indietro, mentre le mani ritornano, con un movimento semicircolare, verso destra, sopra il capo, allineate con il punto Baihui (fig. 6).

5. Iniziate ora ad espirare, abbassando lentamente le mani e i talloni. Vi venite così a trovare in posizione eretta, con le mani giunte e con la punta delle dita che sfiorano il mento.

6. Dopo qualche secondo, le palme delle mani si disgiungono e si rivolgono verso il centro dell’addome, detto Dan-Dian inferiore, uno tra i tre "contenitori" di energia vitale. Gli indici, i pollici e i medi delle due mani si toccano formando un triangolo rovesciato (fig. 14). Rimanete in questa posizione per circa trenta secondi, riportando la respirazione e il battito cardiaco a ritmi normali.


     http://www.magnanelli.it/YogaInOccidente/04_GasparettoLEnergiaDelDrago.htm




permalink | inviato da mioblog il 30/8/2007 alle 19:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 agosto 2007

varie

ho mandato delle mail alle amiche più fidate di taiji.
E quasi tutte mi hanno risposto.
In particolare mi ha colpita la mail di Miranda e dei dettagli da lei descritti del viaggio in Grecia dove sarei dovuta andare anche io.
Non so come fare a "confessare" a loro - che stimo - che il prossimo anno io non frequenterò la palestra di taiji per vari motivi.
Quello ufficiale è per motivi economici, di tempo e di salute (già vado nella palestra di spade e poi l'anno scorso proprio nella palestra di taiji mi sono fatta l'ennesima distorsione).
Quello reale è di tutt'altro genere.
Si può forse sintetizzare  nella mia recente mancanza di fiducia nei confronti del presunto maestro .

Ma non posso certo andarlo a dire nè a lui nè a nessun altro dei suoi allievi!!





Per oggi è tutto, dopo la lavata mattutina!!..........sono stanca!
.....................growl.....................

saludos!




permalink | inviato da mioblog il 21/8/2007 alle 14:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


30 maggio 2007

Eccoci!




permalink | inviato da il 30/5/2007 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


29 maggio 2007

foto stage








permalink | inviato da il 29/5/2007 alle 12:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


27 maggio 2007

help

questa volta lo stage di taji spade è stato una botta non da poco!!
mi fa talmene male il piede-polpaccio-ginocchio (crampo? distorsione?) al punto di pensare quasi quasi domani me ne sto a casa dal lavoro!
ma che voglio? me la sono cercata!!


cazzo! ma che fatica!! scusate l'espressione: ma il taiji non era quell'arte marziale volta alla ricerca del benessere personale, del relax e di tutta una serie di cose "positive"?

Cmq devo dire che molta parte del tempo sono stata pensare alle cose brutte che dicono (che una certa persona dice )sul mio maestro di taiji.
E il pensiero era fisso e non spariva del tipo : ma chi me lo fa fare, che ci sto a fare qui......
...a parte questo......(problema irrisolto).....

Devo anche fare il mea culpa solo perchè non sono andata agli ultimi allenamenti quindi non ero  preparata!
ma chissene degli allenamenti ho pensato!
in realtà quella sera avevo altro da fare (teatro!).
Insomma non avendo un minimo di preparazione fisica "supplementere" per me è stata un ammazzata!.......
odio soffrire e le ammazzate di ogni tipo!

fine dello sfogo!
la prossima volta spero di ricordarmi tutto ciò e magari me ne sto casa a dormire che faccio meglio!!!!


..........

ah il lavandino è ancora lì non avendo le pinze per svitare il sifone meglio che non tocco nulla, ho provato a mano ma ho fatto solo danno e adesso perde di più!!!
si, insomma sono una frana in certe cose!!!

che palle ........e domani al lavoro con la sveglia alle 6!!!!!
noooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!

spero di riprendermi presto!!!!!!!!

saludos!!






permalink | inviato da il 27/5/2007 alle 20:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 aprile 2007

ecco dove sarò sabato





permalink | inviato da il 24/4/2007 alle 23:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


14 marzo 2007

e ora....

sono già da un bel po tornata dalla palestra di taiji.
E insomma.....casini e sempre casini....
Me lo sentivo che dovevo stare a casa a studiare!!!!

Avrei dovuto fiondarmi subito nella macchina e andarmene a casa invece di stare lì a sentire/fare discorsi sulla palestra, i corsi, i soldi che non mi interessano nè riguardano minimanente.....

Non è la prima volta che "mi incastro" o meglio "rimango incastrata" da sola...
Perchè?
perchè quando vedo problemi credo sempre di poter fare qualcosa per risolverli........
anche quando (come in questo caso) la mia opinione non era nè richiesta nè tantomeno presa minimamente in considerazione......

Anche quando ho fatto la mia proposta per le Grecia: Santorini.....
Mi hanno preso in giro...
Questi sistemi comincio a non tollerarli...o forse è solo un sistema per fare sì che io me ne vada?

spero la prossima volta di riuscire a volatilizzarmi subito......
si dice sempre così: la prossima volta!!!!
che nervi!!!

oiasuminasai!!!





permalink | inviato da il 14/3/2007 alle 22:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


21 febbraio 2007






permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 18:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


21 febbraio 2007

riflessione di oggi

sulle persone della palestra di taiji.
Il viaggio in Cina (per chi c'era) ha fatto montare un po la testa a tutti!
Siamo stati sommersi da domande "com'era , che impressione ti ha fatto..." ecc ecc.
Molte persone sono tornate addirittura cambiate.
Adesso se la tirano una cifra!
Altre hanno infranto un'amicizia che durava da anni (mi viene da pensare che forse non era poi un'amicizia così sincera!).
C'è anche chi è diventato più sicuro di sè ed è riuscito a dare l'ultimo esame all'università e adesso chiede la tesi per laurearsi a breve!

Insomma vedendo tutte queste cose ogni volta mi passa la voglia di andare in quella palestra....
ma poi se guardo solo il maestro (cambiato anche lui) riesco ad andare avanti ancora un po...
Mi chiedo perchè?
dietrto ci sono le dinamiche dei gruppi, le varie dinamiche sociali e le dinamiche delle arti marziali (l'ultimo arrivato deve sottostare agli altri).
ma non esiste proprio!!

...............per non parlare poi delle relazioni amorose...........

no comment!





permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 18:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


5 febbraio 2007


ieri lo stage di taiji è stato particolarmenete bello.

bello è stato soprattutto, dopo, al ristornate cinese (che palle lo so!) dove col maestro abbiamo
potuto parlare di spade, maestri vari e viaggi in oriente futuri.

Yup!




permalink | inviato da il 5/2/2007 alle 19:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
università
hobby
vita sociale, svaghi
altre cose
lavoro
Film
Miei Disegni, Pitture, Foto
taiji
VIAGGIO IN CINA
katori
sanbenedetto

VAI A VEDERE

appunti sulla teoria del caos
teoria matematica sul concetto libertà
...e del libero arbitrio...
john lennon
LAURA m.
la location e guida al film di Mel Gibson di The Passion
Pascale Sakr,music from The Passion: musica bella!sentire per credere!

FAVOLE PER LA NINNA NANNA
paperaino
haldir
Mostro Joe: giornalista
Daniele, chitarrista
GRUPPO DI DISCUSSIONE DI CINEMA
il corso che vorrei fare (quando avrò tempo)
biblioteca dei classicic italiani
opinioni sui film dalla A alla Z
kill bill
KILL BILL2
altro link per kill bill
trailer kill bill 1 in flah

CINEMA ANIMAZIONE(inglese)

Mario Addis: animatore cinematografico
HARUKI MURAKAMI (sito italiano)
SHINYA TSUKAMOTO
quentin tarantino
FRAMMENTI D'ORIENTE
DUALISMO YIN YANG
35mm
blog di Begge Grillo
The Beatles ultimate experience
cartina Giappone
MOVIMENTO E PERCEZIONE
Il Blog Peloso
ANTI-VIRUS ONLINE
SEGRETERIA SPETTACOLO
trailer animation 3D
wing chun
SUN TSU: THE ART OF THE WAR(inglese)
ERIADAN
karate
IL CODICE DEL SAMURAI(HAGAKURE)
TAKESHI KITANO
KATORI SHINTO
THESIMPSON
ANIME CLICK

FORUM DI STUDI ORIENTALI(ROMA)
Valeria's blog
Pechino,città proibita
Vita a Pechino
IL CUORE DI SBT
spaziozero
dormiente
visionidiblimunda
Forum:Un italiano a Tokyo
persbaglio
Vicky
dituttosututto
blog arigato
Caravaggio
Mp3
Angelis








"Il cuore ha ragioni che la ragione non può comprendere"
(Pascal)




Lakmè


Yoshio Sugino sensei con l'attore
Toshiro Mifune.
Il Maestro Sugino collaborò con Akira Kurosawa
e Toshiro Mifune nella realizzazione del film
"Miyamoto Musashi" del 1956.



Poesia dello Yin/Yang

Chen Ch'ang Ching

 (1771-1858)

Completamente

Yin senza Yang

è debole.

Completamente Yang senza Yin è rigido.
Uno Yin con nove Yang è un bastone.
Due Yin con otto Yang è sporadico, sparpagliato.
Tre Yin con sette Yang è denso.
Quattro Yin con sei Yang è buono.
Cinque Yin con cinque Yang è detto “Le Mani Misteriose”.
“Le Mani Misteriose” sono un'azione sola.
Taiji dopo l'azione si completa e ritorna al nulla
.







"Nulla può farti male
a meno che tu non gli dia
il potere di farlo"

canto V - Dante,
Amor, c'ha nullo amato
amar perdona, mi prese
del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor
non m'abbandona.






Shanghai traffic





ALBUM FOTOGRAFICO









IL MIO VIAGGIO IN CINA


http://www.webalice.it/febaioc/index.html

















Lo spirito può andare molto lontano ma non andrà mai lontano come il cuore.
Confucio




















http://www.nhk.or.jp/rj/index_e.html 

www.radio101.it
 
 


  
Il sesso è qualcosa di estremamente delicato, non è come andare ai grandi magazzini la domenica per comprare un thermos. (da Murakami  "La fine del mondo e il paese delle meraviglie").

    FRASI DAI LIBRI: LA FINE DEL MONDO E IL PAESE DELLE MERAVIGLIE(Murakami)
 
  
 

 

 
 
  
 
libri letti
<>di HARUKI MURAKAMI :
"tokyo blues norwegian wood"
  
 "dance dance dance"  
"A sud del confine a ovest del sole"
leggerò "La fine del mondo e il paese delle meraviglie" ed. Baldini e Castoldi
 
 


DA TOKYO BLUES, NORWEGIAN WOOD

- "Forse per il fatto che ho aspettato tanto a lungo, io cerco qualcosa di assolutamente perfetto. Perciò non è facile".
- "Un amore perfetto?"
- "No, nemmeno io aspiro a tanto. Mi basterebbe poter fare i capricci. Questa perfetta libertà".

||----------------------------||

- La morte non è l'opposto della vita, ma sua parte integrante.-
 
  
 
DA DANCE DANCE DANCE

Da me ci sono due porte, una per entrare e una per uscire. Rigorosamente divise. Dalla porta d'ingresso non si può uscire, e da quella di uscita non si può entrare. Tutti seguono questa regola. Possono variare le modalità, ma tutti finiscono per andare via. C'è chi è andato via per sperimentare nuove possibilità, chi per risparmiare tempo. Qualcuno è morto. Fatto sta che non è rimasto nessuno. Tranne me, unico superstite. La loro assenza è sempre con me. Le loro parole, i loro respiri, i motivi canticchiati a bassa voce, aleggiano come polvere negli angoli di casa mia. 


  

||-----------------------------||

- "ma cosa devo fare allora?"

-"danzare" rispose "continuare a danzare, finchè ci sarà musica. Capisci quello che ti sto dicendo? devi danzare. Danzare senza mai fermarti. Non devi chiederti perchè. Non devi pensare a cosa significa. Il significato non importa, non c'entra. Se ti metti a pensare a queste cose, i tuoi piedi si bloccheranno. E una volta che saranno bloccati, io non potrò più fare niente per te. Tutti i tuoi collegamenti si interromperanno. Finiranno per sempre. E tu potrai vivere solo in questo mondo. Ne sarai progressivamente risucchiato. Perciò i tuoi piedi non dovranno mai fermarsi. Anche se quello che fai può sembrarti stupido, non pensarci. Un passo dopo l'altro, continua a danzare. E tutto ciò che era irrigidito e bloccato piano piano comincerà a sciogliersi. Per certe cose non è ancora troppo tardi. I mezzi che hai, usali tutti. Fai del tuo meglio. Non devi avere paura di nulla. Adesso sei stanco. Stanco e spaventato. Capita a tutti. Ti sembra sbagliato. Per questo i tuoi piedi si bloccano"

Alzai gli occhi e guardai la sua ombra sul muro.

- "danzare è la tua unica possibilità" continuò "devi danzare, e danzare bene. tanto bene da lasciare tutti a bocca aperta. Se lo fai, forse anch'io potrò darti una mano. Finchè c'è musica, devi danzare!"

||----------------------------|| 

-"abbiamo 34 anni. E' temo anche per noi di crescere, che ci piaccia o no." dissi

-"non c'è dubbio. sono perfettamente d'accordo. però come siamo strani! si invecchia in un attimo. Un tempo credevo che si invecchiasse un po' per volta, anno dopo anno" disse Gotanda, fissandomi intensamente "Invece no. Accade di colpo".

 
   
 
 
  

Hauru no ugoku shiro

(Howl's Moving Castle)

Origine

Giappone 2004

Sceneggiatura e regia

Hayao Miyazaki

Soggetto

dal romanzo di

Diana Wynne Jones

Musica

Joe Hisaishi

 Produzione

Studio Ghibli










 
 
 


CERCA